Scambi di balene inondazioni con la Bitcoin, prendere più di 15 miliardi di dollari di profitti

Al momento della scrittura, BTC è quotata al 5,7% circa al suo attuale prezzo di 17.742 dollari, segnando un netto calo rispetto ai recenti massimi di circa 19.500 dollari visti mercoledì.

Dopo aver fallito nel fissare un nuovo massimo di tutti i tempi di poche centinaia di dollari, BTC si è ritirata fino a 16.300 dollari nel trading di ieri. Gli investitori avevano previsto che la coppia BTCUSD avrebbe presto raggiunto un livello più alto e avrebbe battuto il record della bolla di criptaggio del dicembre 2017.

In effetti, un nuovo record di prezzo era così vicino che i tori hanno potuto assaporare la vittoria, ma la pietra miliare è stata fermata nelle sue tracce da enormi balene che hanno inondato gli scambi cripto-centrali con enormi quantità di monete da scaricare.

Cosa potrebbe guidare l’attuale vendita di Bitcoin?
Il recente rifiuto appena al di sotto dei massimi storici è stato certamente un fattore che ha contribuito ai continui segnali di debolezza del prezzo della BTC, ma altri fattori avrebbero potuto essere in gioco.

Per prima cosa, i recenti commenti del Segretario del Tesoro degli Stati Uniti su una potenziale ondata di regolamenti, le rigide regole del mercato dei cripto-sistemi entro la fine di gennaio, avrebbero potuto ridurre la fiducia degli investitori in BTC.

OKEx avrebbe anche potuto contribuire Crypto Bank all’attuale selloff di BTC, causando un’impennata dei prezzi. Il top della borsa ha ripreso i ritiri di cripto per gli utenti che in precedenza avevano il loro Bitcoin bloccato sulla piattaforma per circa cinque settimane.

Dalla riapertura che ha avuto luogo il 26 novembre, un totale di 212.000 BTC ha lasciato lo scambio, secondo la società di crittoanalisi Crypto Quant.

Il massiccio deflusso di monete da OKEx ha coinciso strettamente con il crollo dei prezzi di BTC di oltre 3.000 dollari di giovedì.

È probabile che gli investitori a cui era stato negato l’accesso alle loro partecipazioni per oltre un mese, che ha visto il picco del recente rally, abbiano colto l’occasione per togliere i profitti dal tavolo.

Le balene si sono mosse e hanno venduto oltre 93.000 BTC
La pressione di vendita nel mercato Bitcoin è aumentata significativamente negli ultimi giorni, e gli analisti prevedono che potrebbe continuare ad ostacolare l’azione dei prezzi di BTC nei giorni e nelle settimane a venire.

Da quando il picco si è avvicinato ai 19.500 dollari, le balene hanno iniziato a spostare BTC in massa verso gli scambi cripto centralizzati e hanno finora ottenuto un profitto di 1,5 miliardi di dollari anche ad un prezzo medio di vendita di 17.000 dollari a moneta.

Mentre condivideva il grafico qui sotto, la società di analisi a catena in TheBlock ha evidenziato questo massiccio afflusso in borsa e il conseguente calo dei prezzi di BTC in un tweet del 27 novembre.

„Questo calo è iniziato non appena le balene hanno iniziato a depositare BTC nelle borse. Più di 93 mila Bitcoin sono stati depositati negli scambi centralizzati“.